Un Piano ESG molto ambizioso per THOM Europe

Sourcing responsabile, maggiore coinvolgimento delle Risorse Umane nello sviluppo dei dipendenti e sicurezza sul posto di lavoro sono al centro delle iniziative sostenibili di THOM Europe. Oggi, il gioielliere leader in Europa vuole andare ancora oltre e punta all’eccellenza in materia di ESG, come spiega Romain Peninque, Presidente esecutivo del gruppo.

Una gestione più precisa delle azioni ESG

Anche se delle iniziative ESG sono sempre state portate avanti, presso THOM Europe, il Gruppo ha deciso di impegnarsi ancora maggiormente, nel 2019. “Abbiamo optato per un’iniziativa ESG ambiziosa e coerente”, conferma Romain Peninque. A tal fine, il Gruppo finalizza attualmente la creazione di una commissione interna, incaricata di gestire la stategia ESG. “Devono essere verificati più di una trentina di punti di conformità. La commissione avrà anche il compito di stabilire una chiara tabella di marcia per garantire che ci stiamo muovendo nella giusta direzione su tutti questi punti”, afferma.

Questa commissione consentirà, in particolare, di integrare meglio le azioni di sviluppo responsabile realizzate sin dall’inizio da THOM Europe, attorno a tre grandi assi strategici: il sourcing etico, una buona gestione delle risorse umane e della sicurezza sul lavoro. Le leve più adatte a far vivere i cinque grandi valori che uniscono il Gruppo: l’esigenza, l’impegno, lo spirito di squadra, la semplicità e l’audacia.

Verso un sourcing ancora più responsabile

Solo nel 2018, THOM Europe ha concretizzato una decina di iniziative ambientali e sociali. In materia di sourcing, il gioielliere ha definito delle regole precise destinate ai collaboratori e ai fornitori. Queste implicano, in particolare, il rispetto di specifiche clausole di responsabilità ambientale, nonché di buone pratiche, stabilite dal Responsabile Jewellery Council (RJC). Il Gruppo seleziona, inoltre, con grande rigore, i propri fornitori di diamanti, che devono poter dimostrare che nessuna delle loro pietre proviene da una zona di guerra.

L’arrivo di un nuovo direttore degli Acquisti, alla fine dello scorso anno, è stata l’occasione per il Gruppo di rafforzare ulteriormente il proprio sourcing responsabile. “Ha controllato ciascuno dei nostri fornitori, in tutto il mondo e nei vari siti produttivi”, osserva Romain Peninque. “A livello di Gruppo, questi viaggi ci hanno permesso di essere sicuri delle buone condizioni di lavoro ai dipendenti dei nostri partner e della loro età. Due punti sui quali siamo estremamente attenti!”.

Per andare ancora oltre, l’assunzione, quest’anno, di un responsabile della qualità, consentirà a THOM Europe di sostenere i propri fornitori nei loro sforzi per una produzione più rispettosa del Pianeta. “I prodotti difettosi provocano rifiuti, insoddisfazione dei clienti e incidono negativamente sull’intera catena.” Il gioielliere prevede, quindi, di migliorare le proprie procedure di riciclo e distruzione, per ridurre la propria impronta ecologica.

Formazione, coaching e qualità di vita sul posto di lavoro: grandi cantieri RU!

Anche sul piano della qualità della vita sul posto di lavoro sono stati avviati numerosi progetti. THOM Europe ha, innanzitutto, voluto giudicarsi come datore di lavoro. Per effettuare questa diagnosi sono stati intervistati tutti i dirigenti e a tutti i dipendenti è stato inviato un questionario che fa da indicatore sociale.

Parallelamente a questa grande consultazione, THOM Europe ha provveduto a garantire un ambiente di lavoro di qualità ai suoi collaboratori. Per esempio, l’unità del Gruppo che si occupa di molestie sul lavoro è stata rafforzata. Altro cantiere? La creazione di un migliore sistema di formazione per i collaboratori nei negozi. “In totale, sono state dispensate 25.017 ore di formazione, nel 2018, contro 23.681, nel 2017”, si rallegra Romain Peninque. Per quanto riguarda le questioni di sicurezza, tutti i nostri dipendenti dei punti vendita hanno beneficiato di una formazione online sulla nostra Intranet.

Per accompagnare i talenti dell’azienda, nel corso della loro carriera, i responsabili delle risorse umane hanno ricevuto un coaching su misura. “Lo strumento My RU, per esempio, aiuterà i manager a gestire tutti i colloqui annuali e a sostenere meglio i collaboratori nella loro evoluzione all’interno di THOM Europe”, precisa Romain Peninque. “Oggi, abbiamo molti collaboratori dotati di grandi competenze. Desideriamo incoraggiarli ad investire su loro stessi e a rimanere impegnati in un Gruppo che saranno fieri di aiutare a sviluppare.”

Bruno Candelier Direttore Associato Info contatto

Iscriviti

Apax Talks

NEWSLETTER

Apax Talks è un magazine digitale destinato ai manager d’impresa. Presenta delle strategie per sviluppare la crescita delle PMI e Mid-cap, con particolare attenzione ai settori TMT, Consumer, Sanità e Servizi.