Private Equity, Apax Partners punta anche sulle società quotate

Specialista del Private Equity e, da oltre 10 anni, di investimenti in società quotate, Apax Partners intende continuare ad investire nel mercato delle PMI quotate e con forte potenziale, per farne dei leader del loro settore. Dichiarazioni di Eddie Misrahi, Presidente di Apax Partners.

Più di 10 anni di esperienza sugli investimenti in società quotate

“Gli investimenti in società quotate fanno parte della gamma di operazioni che Apax Partners gestisce” dichiara Eddie Misrahi. “La nostra prima operazione risale al 2005, con l’acquisizione di una partecipazione minoritaria in Albioma. “In 10 anni di nostro accompagnamento, l’azienda ha raddoppiato la propria capacità produttiva, il fatturato, l’EBITDA e conduce la propria internazionalizzazione, in Brasile, dal 2014.

Dopo questa prima operazione di successo, Apax Partners ha sviluppato una triplice esperienza negli investimenti quotati. La quotazione in Borsa è una delle leve del fondo per uscire dalle proprie partecipazioni. Esempi di successo? Aigle, Gruppo Afflelou, Outremer Telecom e, più di recente, Amplitude Surgical, che con 106 milioni di euro raccolti sul listino Euronext di Parigi, nel giugno 2015, è stata la maggiore operazione di quotazione in Borsa di una società francese del settore delle tecnologie mediche. Alla fine del 2017 la società era al 76° posto nella classifica delle società francesi di medie dimensioni (ETI) più competitive, pubblicata dal Magazine des Affaires, con una crescita del 17% e ha ottenuto il 1° premio “ETI France Deloitte Technology Fast 50”. Seconda scelta di Apax Partners: investire direttamente in società quotate, come Albioma, per ampliare il suo raggio di potenziali investimenti e build-up. Infine, la realizzazione di Offerte Pubbliche di Acquisto (OPA). Per generare valore aggiunto, queste operazioni “molto rischiose” richiedono tecnicità e tenacia, da parte dei fondi di investimento. “La nostra OPA di maggior successo è stata senza dubbio su Prosodie.”

Azionista di minoranza e sostegno di peso

Che investa nelle PMI quotate o non quotate, Apax Partners si propone come azionista di riferimento. “La nostra ambizione è la stessa che con le società non quotate, sia in termini di risultati attesi sia di durata della detenzione”, aggiunge Eddie Misrahi.

Come con le società non quotate, Apax Partners vuole essere al fianco delle imprese. A tal fine, il fondo di investimento punta su due punti forti. In primo luogo, la sua esperienza in quattro settori: TMT, Servizi, Distribuzione e Sanità, nei quali ha dato prova nella gestione delle società in portafoglio. In secondo luogo, le leve della creazione di valore, quali l’internazionalizzazione, i build-up e il digitale. “I dirigenti, così, possono contare su una conoscenza precisa del loro settore di attività, dei mercati e preparare un piano di azione adeguato al raggiungimento dei loro obiettivi di crescita e sviluppo.”

La principale differenza rispetto al sostegno alle società non quotate? La governance. “È essenziale avere una buona conoscenza delle regole di governance e dei meccanismi specifici delle imprese quotate, per poter effettuare operazioni ad alto valore aggiunto per le società”. Eddie Misrahi indica come esempio, Altran. “Siamo entrati nel capitale, nel 2008, in un periodo di crisi economica. All’epoca, Altran aveva un debito di 360 milioni di euro da rifinanziare, in parte, con un aumento di capitale di 130 milioni di euro”. Apax Partners ha concentrato, allora, il suo sostegno sul rifinanziamento di Altran e sulla raccolta di nuovi capitali, attraverso un’operazione di rifinanziamento, il Private Investment in Public Equity (PIPE). “La nostra gestione di questo tipo di operazioni ha permesso ad Altran di ritrovare una buona dinamica”, sottolinea Eddie Misrahi.

Un approccio benevolo e opportunista 

Per il Presidente di Apax Partners, il supporto, sia per le società quotate sia per quelle non quotate, può essere efficace solo se esiste un rapporto di fiducia con i dirigenti. “Non siamo un fondo speculativo, non conduciamo una politica ostile nei confronti del management”, spiega il presidente di Apax Partners. “La totalità delle nostre operazioni viene condotta in collaborazione con i dirigenti.” I prossimi passi per Apax Partners in materia di investimenti quotati? “Per il momento, rimaniamo in Francia ad osservare il mercato e le opportunità che si presenteranno”. Il fondo francese ha il vento in poppa.

Iscriviti

Apax Talks

NEWSLETTER

Apax Talks è un magazine digitale destinato ai manager d’impresa. Presenta delle strategie per sviluppare la crescita delle PMI e Mid-cap, con particolare attenzione ai settori TMT, Consumer, Sanità e Servizi.